Arrivo: Partenza: Camere: Adulti: Bambini:    

EUPILIO

PARCO LAGO SEGRINO

Tel:031.672000 (Consorzio Parco Lago Segrino)

Per informazioni contattare il Consorzio Parco Lago Segrino presso Comunità Montana di Canzo

GARZENO

PASSO DI SAN JORIO

L'importante via di comunicazione tra l'Alto Lario e la valle Mesolcina, risalente probabilmente all'età romana, venne molto utilizzata nel Medioevo: in epoca Carolingia i monaci di Reichenau scendevano periodicamente dalla Germania a ritirare i prodotti dei mansi di loro proprietà a Gravedona e Domaso; nel XIV secolo i notai di Gravedona e Dongo andavano facilmente a rogare atti nei comuni mesolcini. Nel 1465 alcuni mercanti e Comuni, tra cui Como, chiesero al Duca di Milano il permesso di sistemare la strada a loro spese, data la sua importanza commerciale e in vista dello sfruttamneto delle miniere di ferro della Val Morobia. Tutt'ora si trova sul passo una cappella documentata fin dalla visita pastorale del Niguarda (1593), che conserva alcune tracce degli affreschi raffiguranti S. Jorio e la Vergine. Di particolare interesse è la linea insubrica, la più settentrionale delle linee tettoniche di importanza regionale; questa spaccatura verticale nella crosta terrestre, che sarebbe precedente all'orogenesi alpina, è chiaramente visibile nei pressi del Passo di S. Jorio e dal Sasso di Peglio fino al lago. Un'altra linea tettonica è evidenziata lungo la valle Albano dalla presenza di un bancone di calcare Norico, appoggiato sopra marmo cristallino bianco. (Il ben noto marmo di Musso). Bellissimi sentieri di montagna.

CARUGO

RISERVA NATURALE FONTANA DEL GUERCIO

Si tratta di una piccola entità territoriale inserita nel "1° elenco dei biotopi e geotopi" approvato dal Consiglio Regionale della Lombardia nel 1981. La zona è stata istituita in riserva naturale e ne ha affidato la gestione al Comune di Carugo. L'importanza di questa zona, dal punto di vista naturalistico, è data dalla presenza di numerose sorgenti che scaturiscono alla base del livello geologico "breccia". Le acque, ancora molto pulite, hanno consentito la conservazione di un'importante popolazione di gamberi di fiume, altrove quasi spariti in Lombardia. L'amenità e la freschezza del luogo ne ha fatto una meta cara ai Brianzoli.

CIVENNA

PARCO BELVEDERE GRIGNE

Da Civenna sono possibili diverse passeggiate ed escursioni ad interessanti località quali il Dosso di Gorone ed il Monte S. Primo e raggiunge anche le vette circostanti dalle quali è possibile ammirare suggestivi panorami ricchi di fascino e poesia.

CLAINO CON OSTENO

GROTTE DI RESCIA

Tel:0344.72520

Orario: Apertura da Pasqua a Settembre: 14.00 - 18.00

Tariffe: Biglietti: 2,50 €

CAVALLASCA

PARCO SPINA VERDE

Continuazione di quello del Comune di Como; presenta dal lato botanico, alcuni aspetti che lo differenziano da quest'ultimo, sia dal lato storico che dal lato della composizione della flora.

BLEVIO

ESCURSIONI

Suggestive le passeggiate fra le varie frazioni di Capovico, Sopravilla, Sorto, Mezzovico, Meggianico Cazzanore e Girola. Escursioni di sicuro interesse paesaggistico e naturalistico percorrendo i vari sentieri verso monte fra i quali citiamo: Blevio, Montepiatto, Piazzaga e la strada delle Colme da Brunate sulla cresta della montagna verso Torno. Da Blevio si accede a Brunate tramite un sentiero.

CASTIGLIONE D'INTELVI

ESCURSIONI

Escursioni alle località:Capanna Bruno - Monte Crocione - Orimento - Monte Generoso - Piano delle Alpi - San Zeno - Prabello - Sasso Gordona - Bonello - Erbonne - Scudellatte (Svizzera).

CASTELNUOVO BOZZENTE

PARCO PINETA

Tel:031.988430 (Uffici del Parco)

Organizzazione di visite guidate del Parco

Il parco pineta di Appiano Gentile e Tradate, parco regionale forestale, ha sede a Castelnuovo Bozzente ed è stato istituito nel 1983. L'area protetta si colloca nell'alta pianura lombarda a sud di Como e Varese e cioè nella fascia di territorio allo sbocco delle grandi vallate alpine. La copertura vegetale del parco costituisce un nucleo di verde forestale esteticamente gradevole, che spicca per dimensione e continuità nel paesaggio intensamente urbanizzato. Relativamente alla flora, va segnalata la presenza di una trentina di specie rare o molto rare, in ambito locale padano, fra cui una felce, la Phegopterys polypodioides, il giglio martagone (Lilium martagon), l'imperatoria apio-montano (Peucedanum oreselium) e la viola mirabile (Viola mirabilis). Dal punto di vista faunistico, l'area presenta un articolato popolamento tipico delle aree forestali e agricole planiziali; tuttavia tra gli uccelli sono presenti elementi di origine montana. Sono note nove specie di anfibi, tra cui la Rana Dalmantina e la Rana di Lataste, sette specie di rettili e dieci specie di mammiferi, esclusi chirotteri e micromammiferi: oltre al tasso e alla volpe, spicca la presenza di una folta popolazione di scoiattolo. Estremamente ricca la comunità ornitica (90 specie note): fra i rapaci diurni che nidificano nel parco sono presenti l'Astore, lo sparviero, il Falco pecchiaiolo, la Poiana e il Gheppio; in particolare l'Astore, specie estremamente rara ed esigente testimonia il valore di tutela della zona poichè risulta essere la prima nidificazione storicamente accertata in pianura lombarda; altre nidificazioni importanti sono quelle del Succicapre, del Rigogolo, e della Quaglia, specie transahariane in rarefazione.
VISITE GUIDATE del Parco (Uffici del Parco Tel. 031 988430).

BRIENNO

SENTIERO DELLE ROGAZIONI

Con una breve salita, permette di raggiungere punti di vista panoramici di particolare significato. In realtà esso riprende il percorso che i fedeli percorrevano per impetrare la protezione dei raccolti.

SENTIERO INTERFRAZIONALE

Parte da Brienno e raggiunge Cernobbio toccando le frazioni a mezza costa di Torriggia, Laglio, Carate, Urio e Moltrasio.

SENTIERO BOTANICO

Naturalistico Che sicuramente è il più noto agli appassionati, faticoso ma di notevole interesse, ripercorre il sentiero dell'Alpe, cioè la vera spina dorsale di questa montagna.

CASSINA RIZZARDI

CENTRO DI GELSIBACHICOLTURA

Via Monte Grappa, 10
Tel:031.880405 - 031.541335

Orario: Visite su prenotazione: 9.00 - 17.00

Tariffe: Disponibile servizio guida a pagamento per gruppi su prenotazione
Apertura prevista da Maggio a Settembre - Chiuso ad Agosto

CANZO

ITINERARI ESCURSIONISTICI

Canzo, Val di Pesora, Monte Cornezzolo, Rifugio Consiglieri - Canzo, Fonti di Gajum, Monte Cornizzolo - Fonte di Gajum, San Miro al Monte - Fonti di Gajum, Rifugio 3° Alpe, Rifugio di Pianezzo - Rifugio di Pianezzo, Monte Moregallo - Rifugio Consiglieri, Monte Prasanto, Rifugi di Pianezzo

CASASCO D'INTELVI

ESCURSIONI

Escursioni alle località:Capanna Bruno - Monte Crocione - Orimento - Monte Generoso - Piano delle Alpi - San Zeno - Prabello - Sasso Gordona - Bonello - Erbonne - Scudellatte (Svizzera).

DOSSO DEL LIRO

ESCURSIONI

Sono possibili escursioni tra i bellissimi castagneti di cui la porzione inferiore della valle è coperta e apprezzare la presenza di vecchie cascine e crinali.

CAGNO

SASS DELA PREA

Nella valle Renone, enorme masso erratico di origine glaciale, alto 25 metri. Quasi un gigantesco "totem" naturale di cui è inspiegabile il posto "in isolamento" in cui si trova rispetto ad altre conformazioni moreniche (foto a pag. 19 del libro su Cagno).

BENE LARIO

RISERVA NATURALE DEL LAGO DEL PIANO

PianoI suoi itinerari si estendono anche sul territorio di Bene Lario e così pure parte della riserva; escursionismo sul monte Galbiga e anche in fondovalle con molte alternative.

CANZO

ESCURSIONI GUIDATE

Durante i mesi di luglio e agosto sui sentieri del gruppo dei Corni di Canzo, organizzate da Cai - Canzo e Pro-Canzo

CAGLIO

ESCURSIONI

Caglio è un piccolo e caratteristico paese in posizione elevata ad est del Monte Palanzone, si anima notevolmaente di turisti durante il periodo estivo. In posizione privilegiata per i suoi aspetti naturali offre un ambiente particolarmente riposante e la possiblità di numerose escursioni.
Hotel Nastro Azzurro via Chiesa, 8 22040 Monguzzo CO TEL 031.617.373 FAX 031.617193 PI 00320410137 -    webdesign webdesgin monza